Mercoledì 17 Aprile 2024 - Anno XXII

Collezione Tipicità 2023 va in passerella a Milano

Tipicità 2023 alla Bit di Milano

Il turismo che non si ferma mai ha acceso i riflettori per mostrarsi e proporre le proprie offerte per l’anno in corso alla Borsa Internazionale del Turismo a Fiera Milano. Nello stand della Regione Marche sono state presentate le quattro iniziative legate a Tipicità.

Conferenza Tipicità 2023 alla Bit MilanoIl Festival della Tipicità 2023 di Fermo nelle Marche fa scuola da oltre tre decenni. Negli anni è cresciuto e sono nate altre iniziative che coinvolgono comuni, fette di territorio e realtà locali da marzo a dicembre, ha affermato il direttore Angelo Serri. Si tratta di “Tipicità in blu”, “Grand Tour delle Marche” e l’ultima: “Tipicità Evo”. Questi eventi legati a Tipicità 2023 sono stati presentati nel corso della Bit, Borsa Internazionale del Turismo, a Milano. Tra gli intervenuti Silvestro Serra, direttore della rivista del Touring ha detto: “La proposta turistica dell’Italia deve essere necessariamente di qualità: noi sappiamo fare questo! Con il brand-ombrello di Tipicità avete centrato perfettamente il tema che può valorizzare la nostra migliore identità!”.

Festival Tipicità 2023 una grande vetrina

Festival Tipicità 2023 al Fermo ForumSi comincia a marzo dall’11 al 13 con lo storico Tipicità Festival al Fermo Forum. Questa trentunesima edizione è stata inserita nel sito ufficiale del Ministero del Turismo “Italia.it” tra le manifestazioni italiane da non perdere. “Tipicità è partita dalla città di Fermo – dice il primo cittadino, Paolo Calcinaro – e oggi condivide quest’enorme vetrina con tante altre realtà pubbliche e private. Inoltre Tipicità Festival è anche un pensatoio di futuro, grazie anche alle tre Università partner”.

Tipicità in Blu, la manifestazione che si svolge ad Ancona dal 18 al 21 maggio è giunta alla decima edizione. “Un evento che era nato con un’impronta prettamente gastronomica”, ha detto annunciato Pierpaolo Sediari, vicesindaco della città dorica. “Negli anni però si è trasformato in un’iniziativa che attiva tutte le filiere del mare, anche in relazione ad altre comunità della macroregione adriatico-ionica”.

LEGGI ANCHE  Case vacanza: Basilicata, Marche e Umbria le regioni più amate
Grand Tour delle Marche per valorizzare le realtà locali

Grand Tour delle Marche“Cura dei dettagli e valorizzazione delle realtà locali, anche minuscole, su scala nazionale ed internazionale. Questo è il valore aggiunto del Grand Tour delle Marche, in programma da maggio a dicembre!”. Così si è espressa Francesca Bedeschi, direttore di ANCI Marche, che ha condiviso con Tipicità quest’esperienza nei dieci anni di vita del circuito. La Frasassi Experience, ad esempio, ha detto Giancarlo Sagramola, presidente dell’Unione Montana Esino-Frasassi, è una tappa del Grand Tour delle Marche che ha modo di far conoscere il territorio, sopra e sotto terra.

Brodetto di Porto RecanatiAlte Marche, invece, propone per Tipicità 2023 un circuito nel circuito. Si tratta di “un’offerta di qualità orientata al benessere più autentico!” ha sottolineato Alberto Alessandri, presidente dell’Unione Montana Catria e Nerone.
Un’altra tappa importante del Gran Tour delle Marche è il Brodetto di Porto Recanati e Porto San Giorgio.

Tipicità Evo con produttori, associazioni, Università
Vincisgrassi alla naceratese
Vincisgrassi alla naceratese

Con Tipicità Evo inizia un grande racconto che attraversa le tradizione e la città di Macerata. Sandro Parcaroli, Sindaco di Macerata, ha spiegato come Tipicità sia capace di declinarsi anche “con Tipicità Evo, che si svolge a novembre. Da tre anni stiamo sviluppando un percorso con produttori, associazioni, scuole e Università. Stella indiscussa dell’ultima edizione i “Vincisgrassi alla maceratese” appena insigniti della STG, un riconoscimento che alimenta ancor più le opportunità di promozione di Macerata e del suo territorio”.
L’importante, ha concluso Paola Marchegiani, dirigente turismo della Regione Marche, è che l’evento diventi un prodotto turistico per gli operatori del trade da veicolare sui mercati e quindi attiri il visitatore mettendo in moto le filiere dell’accoglienza.

LEGGI ANCHE  Le Marche a Milano fanno incontrare musica, cibo e arte

Leggi anche:

Il Treno di Dante riparte con nuovi itinerari

PARTIRE DA MILANO: CONSIGLI PER UN VIAGGIO SENZA PENSIERI

CARNEVALE CARAIBICO CON IL DIABLO COJUELO

Condividi sui social:

Lascia un commento