Lunedì 15 Aprile 2024 - Anno XXII

Aspettando la Mille Miglia 2023

Mille Miglia Coppa-delle-Alpi-2023

In attesa del grande evento di giugno gli equipaggi si allenano e scaldano i motori con due importanti gare intermedie. La Coppa della Alpi che attraversa quattro nazioni: Italia, Svizzera, Austria, Germania, e la Sorrento Roads preludio alla 1000 Miglia 2023.

Coppa delle Alpi (ph. Stefano Guindani SGP)
Coppa delle Alpi (ph. Stefano Guindani SGP)

In occasione del salone Rétromobile di Parigi 1000 Miglia ha comunicato gli appuntamenti organizzati per il 2023. La terza edizione di Coppa delle Alpi, la seconda edizione di Sorrento Roads, la 1000 Miglia Warm Up CH e la 1000 Miglia nella prima parte dell’anno. Nella seconda parte del 2023 proseguirà invece il percorso di internazionalizzazione della Freccia Rossa dopo la Festa Mille Miglia a Settembre in Giappone. E ancora dal 31 Ottobre al 5 Novembre la quarta edizione di 1000 Miglia Warm Up USA tornerà nell’area di Washington D.C. Chiuderà l’anno la 1000 Miglia Experience UAE negli emirati arabi a Dicembre.

Coppa delle Alpi: percorso alpino tra 4 nazioni
Mille Miglia 2023 Coppa della Alpi (ph. Marco Erba SGP)
Coppa della Alpi (ph. Marco Erba SGP)

Il 2023 della Freccia Rossa prende il via con la terza edizione della Coppa delle Alpi, la gara invernale di regolarità dall’1 al 4 Marzo. Millecento chilometri che valicheranno i più suggestivi passi dell’arco alpino attraversando i confini di Italia, Svizzera, Austria e Germania, toccando località dalla forte attrattiva turistica.
Gli equipaggi al via arrivano da Italia, Belgio, Germania, Olanda, Svizzera, Spagna, Israele, Polonia, USA e Regno Unito. Per tutti hanno la possibilità di immergersi nello spettacolo dei territori, delle località, dei passi più impegnativi e della maestosità delle cime.

Coppa delle Alpi Bugatti
 Passo del Brennero

Tra leauto in gare spiccano due vetture anteguerra, una Bugatti T 37 A del 1927 e una Lancia Lambda Casaro VII Serie del 1927. Gli equipaggi si contenderanno la vittoria tra prove cronometrate, prove a media e controlli di passaggio. Inoltre lungo il percorso sono assegnati Trofei intitolati a St. Moritz, Innsbruck, Bressanone e Bormio. E sul manto nevoso nella Cava di Montebello si corre per il Trofeo Vredestein.
Prologo bresciano alla gara, un omaggio alla città: il Trofeo “Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023”, una serie di prove cronometrate su circuito cittadino.

La Coppa delle Alpi: verso Saint Moritz
Coppa della Alpi Svizzera Saint Moritz
Saint Moritz

Il via ufficiale della Coppa delle Alpi a Tirano e, dopo il valico notturno del passo del Bernina, la prima tappa è in Svizzera, nel centro di Saint Moritz. Il territorio di Tirano e della Media Valtellina è un punto d’incontro tra natura, storia, sapori e tradizioni. Il fondovalle è caratterizzato da località turistiche invernali ed estive di grande prestigio. Notevole la presenza di santuari, chiese, palazzi, siti storici: torri, castelli, porte medievali.
St. Moritz possiede un’unicità che la rende un punto di riferimento tra i luoghi dell’arco alpino. È una delle mete turistiche più conosciute al mondo sia nella stagione invernale che in quella estiva. Inoltre offre piste da sci, grandi hotel e la possibilità di praticare sport come vela, canottaggio, windsurf, kitesurf, tennis, equitazione e bob.

LEGGI ANCHE  Cortina D’Ampezzo, la perla delle Dolomiti tra i giganti di pietra
Tra Germania e Austria
Coppa delle Alpi Germania (ph. Michael Minelli)
Coppa delle Alpi (ph. Michael Minelli)

La seconda giornata vede protagoniste tre nazioni: il rientro in Italia con passaggio al Lago di Resia, il transito in Germania con il valico del Fernpass e l’arrivo in Austria, nel cuore di Innsbruck. In Germania passaggio da Mittenwald, suggestiva stazione climatica nell’Alta Baviera, è il punto in cui la Baviera stessa incontra il Tirolo e, oltre a tanta cultura, offre il punto di partenza ideale per una vacanza ricca di attività in montagna. Innsbruck, antica residenza asburgica, adagiata sulle sponde dell’Inn e circondata dalle cime delle montagne. La città si caratterizza per i palazzi finemente affrescati, i monumenti rinascimentali e settecenteschi, ma anche per opere di design uscite dalla mano di celebri archistar, che la rendono moderna e innovativa. Una metropoli nel cuore delle Alpi, che rinnova la grandezza del suo passato guardando al futuro.

Il ritorno in Italia
Coppa delle Alpi Tre Cime di Lavaredo
Tre Cime di Lavaredo

Il Passo del Brennero riporta la terza tappa della Coppa delle Alpi in Italia. Passaggio al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo, soste al Lago di Misurina e Cortina prima di affrontare cime e valichi dolomitici e terminare a Bressanone. La più antica città del Tirolo conserva importanti tracce del suo passato: nel corso del tempo è stata una tappa nei viaggi degli Imperatori ed è diventata una sontuosa sede vescovile. Bressanone possiede bellezze storiche e architettoniche invidiabili ed è una delle mete turistiche più ambite dell’arco alpino. Da ricordare la piazza davanti al Duomo, il centro storico medievale, i portici e le stradine decorate, i tesori del museo, la tradizione artigianale e i reperti archeologici.

Coppa delle Alpi Lancia Lambda
Lancia Aurelia B20

L’ultima tappa si snoda tra il Parco Naturale Sciliar-Catinaccio, il lago di Carezza, il Passo della Mendola e il Passo del Tonale prima di raggiungere il traguardo finale a Bormio. Custodito nel cuore dell’arco alpino, il centro storico di Bormio conserva un importante patrimonio artistico, con le torri, trentadue in tutto il territorio, simbolo di potenza per le famiglie che le facevano edificare. Il comprensorio vanta piste da sci di livello mondiale e ben 1800 metri di dislivello sciabile, il più grande in Italia. Infatti Bormio e la sua famosa pista Stelvio nel 2026 saranno protagonisti dei Giochi Olimpici Invernali Milano – Cortina, ospitando le gare di sci alpino maschile e della disciplina debuttante, ossia lo sci-alpinismo

LEGGI ANCHE  Nelle piscine di alta montagna bagno caldo anche d'inverno
Sorrento Roads: attraverso panorami senza eguali

Sorrento Roads 6Dalla montagna passiamo al mare. La seconda manifestazione che si colloca quale preludio alla 1000 Miglia è la Sorrento Roads, l’evento primaverile dal 30 Marzo al 2 Aprile 2023. Alla Sorrento Roads potranno partecipare un ristretto numero di vetture (massimo 40 fra moderne e storiche) che avranno la possibilità di immergersi in uno dei panorami mediterranei più invidiati e visitati al mondo. Inoltre potranno godere della squisita ospitalità che contraddistingue il territorio campano. Sorrento sarà il cuore della manifestazione e punto di partenza e arrivo nelle giornate di gara.

Dalla penisola Sorrentina alla costiera Amalfitana
Mille Miglia Sorrento Roads 1
Costiera Amalfitana

Da Sorrento venerdì 31 marzo prenderà il via la giornata “on the road”. Le auto partecipanti attraverseranno la Penisola Sorrentina, il Golfo di Napoli, la Reggia di Caserta e la Costiera Amalfitana. Uno spettacolo di bellezza la vista di alte scogliere, incantevoli calette, piccole baie e terrazze di agrumi, viti e olivi. Il Golfo di Napoli, universalmente riconosciuto come uno tra gli angoli del mondo più ricchi di bellezze, tesori di storia e architettura, meraviglie dell’antichità e della storia più recente. Gli affascinanti scenari naturalistici, attirano ogni anno turisti da tutto il mondo che arrivano per il Vesuvio, Capri, Ischia e Procida all’orizzonte. Il Golfo ha tre grandi insenature: la piccola baia di Pozzuoli, il porto di Napoli e la baia di Castellammare.

Sorrento Roads 3
Costiera Amalfitana

La Reggia di Caserta, progettata nel Settecento da Luigi Vanvitelli su incarico di Carlo III di Borbone, rappresenta a pieno titolo il trionfo del barocco italiano. La bellezza degli interni, con gli Appartamenti del Re e della Regina, la Biblioteca Palatina, la Pinacoteca e l’Archivio Storico, e le magnificenze del Parco. Una superficie di 120 ettari accolgono ii giardino all’italiana e il giardino inglese, con una lunghezza di quasi tre chilometri che rimandano senza dubbio all’opulenza della Reggia di Versailles.
Infine la Costiera Amalfitana, vanta una tradizione gastronomica senza rivali, cittadine a picco sul mare e un patrimonio storico di valore inestimabile, si estende da Positano a Vietri sul Mare. Caratterizzata da alte scogliere, incantevoli calette e piccole baie, terrazze di agrumi, viti, olivi e botteghe degli artigiani, è inclusa nella World Heritage List UNESCO quale perfetto esempio di paesaggio mediterraneo con uno scenario di grandissimo valore culturale e naturale.

LEGGI ANCHE  Hotel per "maggiori" di 55 anni
Sorrento Roads: nel centro di Sorrento

Sorrento Roads 2La giornata di sabato 1 Aprile si svolgerà interamente nel centro di Sorrento. La cittadina è edificata sulla scogliera che la separa dal caratteristico porticciolo e nel suo centro storico trova spazio un dedalo di stradine animate da locali, negozi e artigiani tipici. La passeggiata tra Piazza Tasso, la Cattedrale, la Chiesa di San Francesco con il rinomato chiostro, corso Italia, gli agrumeti e il lungomare di fronte alla baia di Napoli offrirà ai partecipanti una piacevole immersione nella cittadina che domina a picco il mare.

In Corso Italia si svolgerà la sfilata e l’esposizione di tutte le vetture partecipanti per la valutazione della Giuria Popolare. A seguire, la sfida “1 vs 1” nel centro cittadino, una prova cronometrata di regolarità a eliminazione diretta che assegnerà il Trofeo Città di Sorrento e concluderà la parte sportiva della manifestazione. La cerimonia di premiazione e la Cena di Gala offriranno ai partecipanti la possibilità di godere delle prelibatezze enogastronomiche campane e della calorosa ospitalità del territorio e degli appassionati. 

Appuntamento alla mitica Mille Miglia dal 13 al 17 giugno 2023 con 405 vetture d’epoca partecipanti.

Info: https://1000miglia.it/

Leggi anche:

RÉTROMOBILE: STORIA E INNOVAZIONE

PRIMAVERA BMW CON NOVITÀ NEI MODELLI

ICONA DI UNA NUOVA ERA: VOLKSWAGEN ID. BUZZ

 

Condividi sui social:

Lascia un commento