Giovedì 29 Settembre 2022 - Anno XX
Jazz non stop a Piazza Armerina

Jazz non stop a Piazza Armerina

Dal 24 al 29 luglio è in scena la quarta edizione di “Piazza Jazz Workshops & Concerts”. Cinque concerti al giorno in altrettante straordinarie location con concerto conclusivo nella Villa Romana del Casale

Copyright: Alvise Nicoletti
Copyright: Alvise Nicoletti

 

Un festival giovane per i giovani. Questo è il Piazza Jazz Workshops & Concerts 2012, il festival di Piazza Armerina, in provincia di Enna, che per sei giorni, dal 24 al 29 luglio, regalerà agli amanti della musica cinque concerti al giorno, in altrettante straordinarie location. Fortemente voluto da Giovanni Mazzarino, pianista siciliano di fama internazionale qui di casa, anche quest’anno (siamo alla quarta edizione) vedrà alternarsi concerti a corsi di formazione, seminari a master classes.

Giovani e big del jazz

Giovanni Mazzarino al piano
Giovanni Mazzarino al piano

Perché non dimentichiamocelo, a Piazza Jazz i veri protagonisti sono i giovani. E sarà proprio la loro formazione, la loro creatività e, perché no, la loro inesperienza a riempire i vicoli della città. Sotto l’occhio vigile di docenti di fama nazionale e internazionale, tra una lezione e l’altra (sede dei corsi è il Convento di S. Anna), le giovani promesse del jazz potranno esibirsi davanti al pubblico dando così vita a veri e propri aperitivi musicali.

In attesa dei concerti serali, quelli “veri”, che vedranno artisti del calibro di Danilo Rea, Anne Ducros Quintet feat. Max Ionata, Orchestra Jazz del Mediterraneo Feat. Barbara Casini (arrangiamenti Paolo Silvestri), Steve Grossman e molti altri. E che avranno come location l’Atrio della Biblioteca Comunale, l’Atrio Fundrò o il Jazz Club Hotel Selene (si pagano solo i concerti allestiti nell’Atrio della Biblioteca Comunale: 25 euro di ingresso per due performance).

I mosaici a fare da palcoscenico

I mosaici di Piazza Armerina
I mosaici di Piazza Armerina

Un connubio perfetto tra cultura e musica che avrà il suo culmine la sera del 29 luglio. Quando nella splendida cornice della Villa Romana del Casale, che proprio il 4 luglio ha riaperto al pubblico dopo anni di restauri, il Direttore Artistico Giovanni Mazzarino, accompagnato dal fuoriclasse argentino Javier Girotto darà vita, a notte inoltrata (inizio alle ore 1.00), a uno spettacolo inedito da togliere il fiato (il concerto finale è gratuito, si paga solo l’entrata a La Villa, 5 euro). Assolutamente non casuale la scelta di questa splendida location. Optando per La Villa Romana del Casale, patrimonio di Piazza Armerina, città che dà i natali al festival, si sono volute unire le due eccellenze del Comune, per dare vita a un’esperienza unica sotto le stelle. Non a caso la Villa è dal 1997 “Patrimonio dell’umanità” dell’Unesco, per la sua eccezionale ricchezza di elementi architettonici e decorativi. L’impeccabile stato di conservazione dei mosaici, considerati i più estesi e affascinanti mai realizzati in epoca romana, donano alla stessa un’importanza e una fama di carattere mondiale. Proprio per il suo carattere di unicità è sembrata la cornice perfetta per un Festival unico nel suo genere.

(24/07/2012)

 

Per informazioni: www.piazzajazz.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA