Giovedì 23 Marzo 2023 - Anno XXI

Expo 2015 incontro a Napoli

Dario Franceschini e Giuseppe Sala Un tavolo per programmare la promozione da fare in occasione di Expo insieme alle regioni e un fondo comune unico con risorse statali e regionali e da gestire attraverso l’Enit. E ancora, entro il 15 novembre le regioni dovranno inviare al ministero e all’Enit un elenco di eventi che si vuole promuovere in occasione di Expo 2015. Le proposte emerse dall’incontro che si è svolto a Napoli tra il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, il commissario di Expo, Giuseppe Sala, e i rappresentanti delle regioni. La riunione tecnica ha preceduto, nelle sale del Museo … Leggi tutto

Dario Franceschini e Giuseppe Sala
Dario Franceschini e Giuseppe Sala

Un tavolo per programmare la promozione da fare in occasione di Expo insieme alle regioni e un fondo comune unico con risorse statali e regionali e da gestire attraverso l’Enit. E ancora, entro il 15 novembre le regioni dovranno inviare al ministero e all’Enit un elenco di eventi che si vuole promuovere in occasione di Expo 2015. Le proposte emerse dall’incontro che si è svolto a Napoli tra il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, il commissario di Expo, Giuseppe Sala, e i rappresentanti delle regioni. La riunione tecnica ha preceduto, nelle sale del Museo Madre, il 13° Forum Europeo del Turismo, che si svolge a Napoli tra giovedì 30 e venerdì 31 ottobre. Il ministro, a fine riunione, ha chiarito di aver riscontrato grande disponibilità, nonostante “si immaginava ci fossero resistenze”.

Quella del turismo, ha aggiunto Franceschini, “è una sfida nazionale”. Ministro e assessori hanno ragionato anche sulla possibilità “di rendere permanente il tavolo – ha spiegato Franceschini – perché siamo convinti che l’investimento sulla cultura e sul turismo sia una chiave formidabile che ha il Paese per agganciare la ripresa. Quindi lavorare insieme può offrire una forza incredibile all’Italia nella competizione globale”. “D’ora in avanti – ha aggiunto Sala – si vuole promuovere un solo brand Italia”. Sulla necessità di intervenire insieme e con strumenti condivisi è stato più volte ribadito: “C’é grande volontà di collaborazione, é in corso una revisione costituzionale del Titolo V, che ridisegna l’equilibrio di competenze tra Stato e Regioni. Sul turismo abbiamo pensato di lavorare come sistema Paese al di là delle modifiche che arriveranno”. In prospettiva, aggiunge Franceschini, “in un mondo globale la promozione va fatta complessivamente come Italia”.

(31/10/2014)

Condividi sui social: