Sabato 23 Giugno 2018 - Anno XVI
La cattedrale di Bitonto

La cattedrale di Bitonto

Bitonto Cortili Aperti. La città si riapre alla bellezza

L’appuntamento Bitonto Cortili Aperti è giunto alla sesta edizione. Sabato 26 e domenica 27 maggio oltre sessanta immobili pubblici e privati di importanza storico-artistica, saranno a disposizione dei visitatori.

Bitonto Cortili Aperti Palazzo-Bove

Palazzo Bove

Bitonto, il comune che fa parte della città metropolitana di Bari, apre i suoi cortili. Nelle giornate di sabato 26 (dalle 18 alle 22) e domenica 27 (dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 22), torna il consueto appuntamento dell’ultimo weekend di maggio: Bitonto Cortili Aperti. La città dell’ulivo che è stata inserita nelle Giornate Nazionali dell’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane), mostrerà le sue meraviglie. Ad accogliere i visitatori ci saranno oltre 800 studenti delle scuole della città che racconteranno la storia delle dimore. L’iniziativa coinvolgerà quattordici docenti referenti della Città e oltre ottocento studenti, i quali illustreranno in loco schede storiche sui palazzi. I ragazzi parlano in inglese, francese, spagnolo, tedesco, rumeno, albanese e arabo”.
L’iniziativa, si inserisce nelle “Giornate Nazionali Associazione Dimore Storiche Italiane”, promosse in tutta Italia, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Bitonto è fra le tappe più importanti d’Italia per numero di cortili che verranno aperti, in qualche caso per la prima volta al pubblico: sono più di 60 gli immobili pubblici e privati a cui i visitatori potranno accedere nel centro antico, nella parte ottocentesca della città e fuori dalle mura, tutti di grande rilevanza storico-artistica.
L’elenco delle dimore aperte nella VI edizione di “Bitonto Cortili Aperti”.

Info: bitonto.cortiliaperti@gmail.com

Leggi anche:

Campi estivi nelle Oasi del WWF Italia: sport, avventura, divertimento

Sorelle Unesco, nasce un ponte tra Puglia e Basilicata

Il Turismo Spaziale dal 2020 decolla da Grottaglie in Puglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA