Martedì 10 Dicembre 2019 - Anno XVII
Costa Azzurra Francia

Costa Azzurra Francia

Inverno al sole della Costa Azzurra

La regione francese Provenza-Alpi-Costa Azzurra ha lanciato con il marchio “Côte d’Azur France” ha presentato a Milano il programma “Sole d’inverno in Costa Azzurra”. Molte le iniziative e le proposte: dai mercatini ai concerti, al Carnevale di Nizza, al Festival dei Giardini che coinvolge cinque città

Costa azzurra Conf-St-Milano

I rappresentanti della Côte d’Azur al workshop a Milano

Le feste e le attrazioni in programma in Costa Azzurra preparano ad un inverno dalle calde atmosfere. Il sole e il mare della Costa Azzurra è bello e accogliente anche in inverno.  Le occasioni per andarci non mancano. La regione francese col marchio “Côte d’Azur France” registra 11 milioni di turisti l’anno e un fatturato di 10 miliardi di euro, ha dichiarato Frédéric Meyer, direttore di Atout France Italia-Grecia, nel corso della conferenza stampa che ha lanciato il programma “Sole d’inverno in Costa Azzurra”. A partire da dicembre 2018 fino ad aprile 2019 è un susseguirsi di eventi: mercatini di Natale, concerti, sfilate, festival.

Costa Azzurra Giardino-delle-luci-Saint-Raphaël

Giardino delle luci, Saint Raphaël

A parte i Mercatini e le feste di Natale presenti in tutti i comuni della Côte d’Azur France, agli spettacoli del Crazy Horse Paris, attrazione di Cannes nei giorni dal 29 dicembre a Capodanno e poi l’11 e il 12 gennaio 2019 (www.palaisdesfestivals.com), passando per “Il Giardino delle Luci” di Saint-Raphaël, in calendario dal 15 dicembre al 6 gennaio (info: www.noel-saintraphael.fr).
Attrazioni che invogliano a programmare una visita in Costa Azzurra si trovano anche nelle cittadine oltre la costa a pochi chilometri dal mare. Per i lettori di Mondointasca alcune proposte.

Costa Azzurra: Festival dei Giardini

Costa Azzurra Festival-dei-giardini

Destivale dei giardini

Il “Festival des Jardins” della Costa Azzurra è stato creato lo scorso anno. Dopo il successo della 1a edizione del 2017, per celebrare l’inestimabile patrimonio di giardini, viene  riproposto dal 30 marzo al 28 aprile 2019.  Il tema della seconda edizione “Sogni di Mediterraneo “. A fare da madrina è Marina Picasso, nipote di Pablo Picasso, grande appassionata di natura e di giardini. Il Festival dei Giardini si sviluppa su 5 comuni: Antibes, Cannes, Grasse, Mentone e Nizza. I comuni ospiteranno 3 creazioni paesaggistiche di 200 metri quadri ciascuna, per un totale di 15 giardini in concorso. Inoltre giardini effimeri fuori concorso e numerose animazioni  fra i 75 giardini aperti al pubblico. (festivaldesjardins.departement06.fr)

Tentazioni d’ inverno: Antibes Juan-les-Pins e Biot

Costa azzurra Antibes-le-nomade-sculture

Antibes, le nomade sculture

Antibes è definita la Città delle arti. Amata da Maupassant, Monet, Picasso, Prévert, Nicolas de Staël, Graham Green e tanti altri artisti. Antibes Juan-les-Pins è senza dubbio una città da non perdere, con gli splendidi paesaggi naturali del Cap d’Antibes e il “Santuario Pelagos”: uno spazio marittimo di 87 500 km2 fra l’Italia, Monaco e la Francia per la protezione dei mammiferi marini.
Oggi Antibes punta su un nuovo marchio, “Città e Mestieri d’Arte”, per scoprire gli artigiani. (www.antibesjuanlespins.com)

Costa azzurra Biot-i-vicoli

Le strette stradine di Biot

Biot, fra Nizza e Cannes, poco distante dal mare, è l’altra “Citta dei mestieri d’Arte. Piccola ma incredibilmente affascinante. Terra di creatività e innovazione, piena di tesori. Il Museo Nazionale Fernand Léger ne è una testimonianza. Fra stradine ombrose, portici pittoreschi, salite fiorite e antiche case di pietra, ristoranti gourmet, gallerie d’artisti si celebra l’arte di vivere. Monumento storico è la chiesa, ricostruita nel XV secolo, sulle rovine romaniche risalenti al XII secolo. Biot si distingue per la presenza di  artisti artigiani che creano e propongono i loro lavoro nelle botteghe artigiane (www.biot-tourisme.com).

Novità a Cannes, cuore della riviera

Costa azzurra Cannes-Ente-del-turismo

Veduta nottura di Cannes

La Croisette si rifà il look. Il lungomare verrà trasformato con spiagge più belle e ampie. Un programma di restyling urbano che si svilupperà nei prossimi quattro anni. A gennaio tra la  Croisette, la rue d’Antibes e la rue Meynadier si celebrerà lo shopping a cielo aperto.
Per scoprire il Coeur Riviera dal mare, il cuore della Costa Azzurra, lo si può fare con il Seazen, battello solare, in sintonia con la natura e rispettoso dell’ambiente. Passeggiando lungo la costa sulla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat, paradiso naturale protetto. Oppure seguendo i 3 percorsi panoramici di Cœur Riviera in bicicletta. (www.palaisdesfestivals.com)
Da Cannes alla città medievale di Grasse la distanza è breve. Meno di venti chilometri per entrare nel mondo dei profumi. E poi tutto attorno paesaggio incontaminato e la natura selvaggia del Pays de Grasse. Lo sci in inverno, passeggiate con le racchette, uscite sulle slitte trainate dai cani nella Réserve des Monts d’Azur. (www.paysdegrassetourisme.fr)

Nizza sotto il sole e sotto i riflettori

Costa azzurra Carnevale-di-nizza

Carnevale di Nizza

Il prossimo anno nella capitale della Costa Azzurra si celebrano i 100 anni degli emblematici studi Le Victorine. Un luogo mitico di Nizza, dove sono stati girati film che fanno parte della storia del cinema. Altro evento importante è il Carnevale di Nizza che presenterà il suo Re del Cinema dal 16 febbraio al 2 marzo 2019 (www.nicetourisme.com  www.nicecarnaval.com).
Arrivare in costa azzurra dal nord Italia è facile sia in macchina che in treno. L’operatore ferroviario Thello propone dal 2011 due collegamenti quotidiani diretti da Venezia a Parigi. Dal dicembre 2014 anche 2 collegamenti giornalieri Milano – Nizza – Marsiglia con 3 treni quotidiani per Nizza tutto l’anno e 1 treno per Marsiglia con frequenza variabile tutto l’anno. (www.thello.com)

Leggi anche:

Presepe vivente e magia del Natale rivivono a San Biagio

La magia della natività e del presepe sulle acque del Lago di Garda

Mont Saint Michel, isola sospesa tra il visibile e l’invisibile

Isola di Porquerolles: l’arte incontra la natura

© RIPRODUZIONE RISERVATA