Domenica 15 Dicembre 2019 - Anno XVII
Garda Trentino

Garda Trentino

Garda Trentino una terra di grandi emozioni

Luogo ideale per un periodo di riposo in qualunque momento dell’anno. Clima temperato, vegetazione mediterranea. Il Garda Trentino è incorniciato dalle montagne che fanno da sfondo alle cittadine che affascinano sul lago

Garda Trentino relax-nel-verdeDove finisce l’immaginazione inizia la vacanza. Questo è, sicuramente, ciò che pensa un qualunque turista che arriva sulla sponda trentina del lago di Garda per qualche giorno di relax. Del lago, solo la punta nord è trentina, un fazzoletto di terra di poche decine di chilometri quadrati incuneato là dove si incontrano monti, vallate e acque profonde.

A detta di molti, il North Lake Garda è la zona più bella e suggestiva del lago. Qui come da nessun’altra parte il clima mediterraneo del Garda si coniuga con l’area alpina. Si è infatti in riva al Lago, dove fioriscono ulivi e limoni. Al tempo stesso ci si trova  al cospetto delle montagne che, molto spesso, superano i duemila metri. Paesaggi incantati: dal blu delle acque alle falesie a picco, con le Dolomiti di Brenta a Nord e il Monte Baldo a Sud che lo incorniciano. Le località del lago affascinano con il loro charme, invitano “al dolce far niente”. Sei i comuni che si susseguono nel raggio di 15 chilometri: Riva del Garda, Arco, Torbole sul Garda, Nago, Tenno, Dro e Drena. Del resto l’intero Garda Trentino è una terra da scoprire.

Riva del Garda perla indiscussa

Garda Trentino Riva-del-Garda

Riva del Garda

Riva è la perla indiscussa di questa terra. E per tale ragione merita di essere visitata con calma. Si può percorrere Viale Dante, uno dei salotti della città, ed entrare nel cuore medievale del centro storico passando da Porta San Marco. Da lì è facile arrivare all’incantevole Piazza Marocco e scendere poi fino all’antica Torre Apponale che, con i suoi 34 metri, svetta imponente sulla cittadina. Chi se la sente può salire fino in cima (sono 165 gli scalini) per ammirare lo splendido panorama. Un altro gioiello è Arco con il suo straordinario castello, una delle fortezze medievali più belle e suggestive di tutto l’arco alpino, che domina la piana del fiume Sarca.

A pochi chilometri si incontra Torbole, la destinazione più ricercata dai “surfisti” che arrivano da ogni parte d’Europa.  Di questo paese e dei suoi straordinari venti scrisse Goethe che li descrisse come una “una meraviglia della natura, uno spettacolo incantevole”. In passato borgo di pescatori e barcaioli oggi ha nel porticciolo l’angolo più pittoresco. Caratteristiche sono le costruzioni della Vecchia Dogana (XV secolo) e di Casa Beust, già cenacolo di artisti nel secondo dopoguerra. Passando  per le viuzze del centro, con le sue case colorate, si può salire al Belvedere da cui si gode di una vista incantevole sul lago che sembra distendersi all’infinito.

Cascata del Varone e Lago di Tenno due meraviglie della natura

Cascate del Varone

Cascate del Varone

Da Riva percorrendo la statale 421, verso nord, dopo pochi chilometri si arriva a Cologna di Tenno e alla bella Cascata del Varone che assieme al Parco Grotta Cascata del Varone sono una delle attrazioni più importanti della zona. La Cascata è formata dalle acque del torrente Magnone emissario del Lago di Tenno. Per raggiungere questo bellissimo laghetto alpino bisogna continuare ad inerpicarsi per la statale panoramica. Prima si incrocia il medievale Canale di Tenno (uno dei Borghi più belli d’Italia), poi si arriva a Tenno che conserva intatte le sue origini che risalgono all’età del bronzo e poi, dopo una manciata di minuti di macchina, al Lago di Tenno.

Lago di Tenno

Lago di Tenno

Il lago è raggiungibile solo a piedi, percorrendo una ripida scalinata di epoca medievale. Arrivati a bordo lago sembra di trovarsi al cospetto di una gemma di un turchese intenso  dove si specchia il verde brillante dei boschi circostanti. Lo spettacolo di colori che mette in scena il “lago azzurro” (come lo hanno, a ragione. battezzato gli abitanti) è davvero impagabile. Anche le altre località (Nago, Dro e Drena) che formano il Garda Trentino sono delle autentiche chicche. Degno completamento di un territorio baciato dalla bellezza e con tanti  “tesori” ai quali vale la pena dedicare il tempo di una visita. Terme romane, castelli e torri medievali, chiese romaniche e barocche, palazzi rinascimentali, bastioni veneziani e tanto altro. Ai luoghi, alle storie dei viaggiatori del passato, agli artisti e alle bellezze naturali sono dedicati anche itinerari di valore storico e culturale unico, con riferimenti gastronomici e naturalistici.

Garda Trentino, vacanze a misura di tutti

Garda Trentino eMTB-Adventure-2018Qui ognuno si può costruire la propria vacanza su misura. Ad esempio il Garda trentino è amatissimo dai mountain bikers e dagli escursionisti. Per i primi, l’attrattiva del Garda Trentino è legata a una bike area molto estesa e varia: quasi 1.400 chilometri di itinerari, con dislivelli che raggiungono anche i duemila metri. La particolarità climatica del Garda Trentino permette di usufruire di questa rete per la maggior parte dell’anno. Alcuni itinerari sono diventati veri e propri classici. Parliamo dell’Anello Garda-Sarca o la Ponale Rifugio Pernici per la mountain bike. Oppure il tradizionale Giro del Lago per le bici da strada o salite poco conosciute ma spettacolari come il Passo Santa Barbara (Monte Velo), entrato a far parte della selezione “Le più belle salite in Trentino”.

Dal 18 al 20 ottobre è in programma eMTB Adventure un viaggio alla scoperta del Garda trentino in sella alla propria Mountain Bike a pedalata assistita. In compagnia di una guida esperta si andrà alla scoperta di questo territorio, fermandosi di tanto in tanto per godere di pause golose, per pranzo e aperitivi in accoglienti rifugi, aziende agricole, dimore storiche e ristoranti di qualità in cui assaporare tutto il buono di un territorio in gustosi piatti a km 0.

Garda Trentino, itinerari da percorrere a piedi

Garda Trentino Passeggiate-facili

Passeggiate facili

Ci sono circa 600 chilometri di sentieri percorribili a piedi per godere  dei meravigliosi scenari del Garda Trentino e sentirsi in totale sintonia con la sua natura. Molto ampia la scelta dei livelli di difficoltà e la tipologia. Vi sono itinerari di interesse geologico, naturalistico o storico culturale, come ad esempio i sentieri della Grande Guerra. Gli escursionisti, infine, possono scegliere all’interno di un altro patrimonio inestimabile, quello delle ferrate. Da non dimenticare che nella zona c’è una delle più alte concentrazioni di vie dell’arco alpino.

Si va da quelle facili tipo Sallagoni e Colodri a quelle per esperti come la Che Guevara. Senza dimenticare le vie sulla Rocchetta a picco sul lago (Cima Capi, Via dell’Amicizia-Cima Sat).
Da queste parti c’è anche il clima giusto per una vacanza balneare sulle varie spiagge attrezzate. Sole, servizi e un colpo d’occhio straordinario si fondono a meraviglia con il clima mediterraneo. Cresce anche l’offerta delle Bau Beach, le spiagge dove gli “amici a quattro zampe” sono i benvenuti. Attualmente si trovano ad Arco (Fiume Sarca), Torbole sul Garda e al Lago di Tenno.

Garda Trentino, l’eccellenza enogastronomica è di casa

GastronomiaUn altro dei tesori inestimabili del Garda Trentino è la tradizione gastronomica. I prodotti tipici e un mix di sapori influenzato dal lago e dalle montagne sono le caratteristiche di una proposta capace di deliziare i visitatori. Protagonisti dei menu sono i prodotti tipici del territorio: la carne salada De.Co. (Denominazione di origine comunale) dell’Alto Garda; il pesce di lago Igp. Ci sono poi le susine Dop di Dro, i broccoli di Torbole (presidio Slow Food), i marroni di Drena, Nago e Tenno. Non mancano il tartufo e lo zafferano del Monte Baldo, il delicato Olio Extravergine d’Oliva Dop del Garda Trentino.

E poi i vini come Nosiola, Schiava, Cabernet, Merlot, Chardonnay, Traminer, Sauvignon, Pinot bianco, Pinot grigio, Moscato giallo, le grappe aromatiche, il nobile Vino Santo Trentino (presidio Slow Food). Per quanto riguarda, in particolare il pesce, solo nel Lago di Garda si può trovare il raro carpione, assieme a pesci come trota, coregone o lavarello (che si consiglia cucinato sotto forma di prelibate polpettine), l’alborella, le sarde, il luccio, la tinca, il persico e l’anguilla, ottima ai ferri.

Garda con Gusto: festa del palato e delle tradizioni

Garda con Gusto

Garda con Gusto

In ambito enogastronomico le manifestazioni in programma sono tante e di qualità. “Garda con Gusto” si tiene a Riva del Garda dall’1 al 3 novembre prossimi. La feste delle eccellenze del territorio di cui quest’anno si celebra la quinta edizione.  Il format rinnovato e a vocazione internazionale diventa un tour di eventi e di assaggi. Un vero e proprio viaggio goloso, che unisce acqua dolce e montagne per celebrare il pesce di lago e la carne salada, i vini doc e l’olio, il broccolo di Torbole e le verdure della Val Gresta.

Questa Gourmet Experience si svolgerà al Palavela di Riva del Garda, magnifica vetrina del cibo tra Salotti gourmet e Eat Theatre. Si susseguono degustazioni, incontri con i produttori, sessioni di showcooking con la presenza di chef stellati italiani e internazionali, party, shopping goloso. L’obiettivo della manifestazione è quello di raccontare la cucina di un pezzo d’Italia magico per la bellezza dei suoi scenari. Una tre giorni che ogni anno coinvolge voci d’eccezione, protagonisti della scena enogastronomica e non solo, pronti a dialogare in diretta con il pubblico. Un occhio di riguardo viene come sempre garantito ai bambini con tanti laboratori e attività dedicate. Manifestazione da non perdere.

Dove mangiare

Acetaia-del-Balsamico

Acetaia del Balsamico Trentino

All’Acetaia del Balsamico Trentino a Cologna di Tenno che oltre ad essere l’unica azienda a produrre l’Aceto Balsamico Trentino ha anche un ottimo ristorante (Trattoria Acetaia del Balsamico Trentino) con veduta sul Lago di Garda. Una scalinata decorata con affreschi della vita rurale e contadina introduce al locale situato al primo piano.
Il Ritratto, ristorante gourmet nel centro storico di Arco di fronte a Palazzo Marchetti, uno dei simboli della cittadina gardesana. La cucina comprende pietanze raffinate che vanno a braccetto con i piatti della tradizione trentina.

Garda Trentino Leon-d'Oro

Leon d’Oro

Sempre ad Arco, in località Linfano, si consiglia una tappa all’Agritur Madonna delle Vittorie. Lo chef Alberto Montanaro propone una cucina casereccia con piatti per lo più della tipica cucina trentina.
Nel centro storico di Riva, in via Fiume, si può provare il Ristorante Pizzeria Leon D’Oro che propone due linee di cucina: una di territorio e una di mare. Uno dei must rimane la carne salada trentina della Macelleria Bertoldi, la più antica di Riva, con rucola e scaglie di grana trentino. Fra le specialità del locale un posto di riguardo spetta ai risotti. L’apertura del locale è stagionale, in genere da marzo ai primi di novembre.

Dove dormire

Hotel Luise in viale Rovereto 9 a Riva del Garda. L’hotel che quest’anno celebra i suoi primi quarant’anni di attività si trova a poca distanza dal lago ed è nelle immediate vicinanze del centro storico di Riva.

Leggi anche:

Energia naturale e ricerca del benessere a contatto con la natura

Perché il turismo green è il futuro

Vacanze estive in Carnia

© RIPRODUZIONE RISERVATA