Mercoledì 20 Novembre 2019 - Anno XVII
Il borgo medievale di Celleno

Il borgo medievale di Celleno

Celleno, il mondo incantato dell’Italia nascosta

Il piccolo borgo fantasma di Celleno in provincia di Viterbo è stato indicato dal quotidiano The Telegraph fra i più bei borghi d’Italia persi nel tempo. Situato fra Viterbo e Civita di Bagnoregio conta 1400 abitanti. La politica di valorizzazione del territorio del sindaco Marco Bianchi lo ha trasformato in un brand

Celleno

Celleno

Celleno, il piccolo borgo situato sopra uno sperone tufaceo fra Viterbo e Civita di Bagnoregio, ad appena un’ora da Roma, sta ricevendo ottimi apprezzamenti in Italia e nel mondo. L’ultimo dei tanti riconoscimenti a livello internazionale gli arriva dal The Telegraph. Il quotidiano del Regno Unito mette Celleno tra i 25 Borghi Fantasma più belli d’Italia persi nel tempo. Una piccola perla nascosta di 1400 abitanti in provincia di Viterbo. Molto si deve alla politica lungimirante messa in campo dal sindaco Marco Bianchi che lo ha fatto diventare un brand nel mondo.

Il borgo medievale torna a nuova vita

Il castello degli Orsini foto Massimo Fordini

Il castello degli Orsini foto Massimo Fordini

Il Castello Orsini e l’antico abitato costruito attorno, abbandonati dopo terremoti e smottamenti, mostrano uno scenario unico e suggestivo che attrae molti visitatori. Molto simile a quello della vicina Civita di Bagnoregio. Oggi il borgo fa parte dei percorsi del FAI. Cellano è stato lo scenario per le riprese di alcune scene del film “Luna Nera” in onda dal 2020 su Netflix. Anche il regista Paolo Sorrentino, in cerca di location cinematografiche suggestive, lo ha visitato negli scorsi mesi. Da segnalare la lunga presenza a Celleno del maestro Enrico Castellani che per più di 40 anni ha vissuto nel suo castello, producendo opere da milioni d’euro, apprezzate in tutto il mondo e presenti nei più importanti musei mondiali.

Celleno, scavi portano alla luce abitato Etrusco

Celleno Le ceramiche venute alla luce

Le ceramiche venute alla luce

Il territorio di origine etrusca ha riportato alla luce un abitato etrusco tra i più importanti in Italia. Presto potrà essere visitato dal pubblico. Negli strati superiori degli scavi sono state trovate più di 40 ceramiche di età tardo medievale. Sicuramente parte di una collezione presente in una abitazione signorile del luogo.
I successi e la popolarità di Cellano si devono al progetto per lo sviluppo e la valorizzazione del territorio profuso dal Sindaco Marco Bianchi, dalla Proloco, dalle associazioni e dai cittadini che stanno collaborando al progetto. Un lavoro svolto anche in sinergia con i Comuni della Teverina per promuovere i ricchi territori della Tuscia.

Riconoscimenti e finanziamenti

Il sindaco di Celleno Marco Bianchi

Il sindaco di Celleno Marco Bianchi

Per il riconoscimento avuto da The Telegrafph Marco Bianchi ha dichiarato: “Siamo onorati di tale riconoscimento, soprattutto perché proveniente da uno sforzo iniziato in questi ultimi anni con poche migliaia di euro”. E ha aggiunto “Nei prossimi mesi potremo finalmente disporre di finanziamenti utili a strutturare meglio il percorso di visita del nostro suggestivo Borgo Fantasma. Saremo ben felici, come comunità, di poterci riappropriare degli spazi e della storia dei nostri avi, e di potere accogliere meglio i turisti che passeranno a farci visita”.

Leggi anche:

A Bova quattro escursioni chiudono la stagione di “Luci sul Parco

Itinerari gustosi. Occasioni golose in giro per l’Italia

Canelli e Asti: dalle Cattedrali sotterranee al Festival delle Sagre

© RIPRODUZIONE RISERVATA