Mercoledì 28 Ottobre 2020 - Anno XVIII
Le tre Barchette Mille Miglia (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Le tre Barchette Mille Miglia (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Milano AutoClassica 2020 ha spento le luci del suo ultimo salone

Il mondo delle auto storiche è ripreso dopo il Covid. Si è conclusa il 26 settembre, nei padiglioni della Fiera Milano Rho, la decima edizione di Milano AutoClassica. Marchi del lusso e cinque anteprime nazionali

FIAT-Ministeriale-Ente-Fiera (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

La Fiat Ministeriale dell’Ente Fiera (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

La decima edizione di Milano AutoClassica, il primo salone automobilistico post emergenza sanitaria nei Padiglioni di Fiera Milano Rho, ha fatto da apripista per il comparto. Il settore, dopo mesi di attesa, ha visto una notevole partecipazione di pubblico. Tanti i giovani appassionati e preparati: attrazione verso le vetture youngtimer, che rappresentano un investimento accessibile e godibile per tutti; ma anche grande interesse per i modelli iconici del passato e per i miti dell’automobilismo storico e sportivo.

All’ingresso tre regine della manifestazione hanno colpito la nostra attenzione: tre barchette rarissime. Auto che hanno  partecipato alle edizioni della 1000 Miglia nei gloriosi anni ’50. Una Maserati  250 S/F del 1954, la sola vettura prodotta ed equipaggiata con un motore Formula derivato dalle vetture del Campionato di F1. La seconda una Ermini 357S del 1955, nell’unica ed esclusiva carrozzeria Scaglietti. E l’ultima una Osca MT4 del 1952.

Milano AutoClassica 2020: “Nate per correre”

Milano AutoClassica 2020 Parterre-auto-rally

Parterre auto rally (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Poi lo straordinario parterre, a cornice della Lounge, dedicato ad un pezzo di storia del Rallysmo internazionale. Le più belle livree ufficiali “NATE PER CORRERE”. Tra queste: Fiat 131 Abarth Olio Fiat; Lancia Delta Martini; Lancia Safari 037 dell’84 e la Lancia Delta REPSOL ex Carlos Sainz; Renault 5 Maxi Turbo Tour de Corse che celebra il 40° anniversario della Maxi Turbo. Auto con palmares approdate direttamente dalle prove speciali delle gare iridate dagli anni ’70, mai viste in una Fiera, appartenenti a collezioni private.

Milano AutoClassica 2020: 5 anteprime per ogni partner

Stand-ALPINE (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Stand Alpine (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

I partner della decima edizione sono intervenuti  con tutto il meglio della loro produzione passata ed attuale presentando ben 5 anteprime nazionali.
Alpine con due anteprime italiane: Alpine A110S “Color Edition” e Alpine A110 Legende GT . Entrambe in Serie Limitata di 400 esemplari.

Bentley con due anteprime nazionali: Continental GT V8 Convertible e la nuova Bentayga. Due modelli che, insieme a Nuova Flying Spur W12 First Edition, proiettano il brand nel suo secondo secolo di vita.
Lamborghini Milano con quattro prestigiosi modelli con carrozzeria in colori di forte appeal per gli appassionati della Casa. Accanto, un classico di grande richiamo, la Lamborghini 400 GT del 1966 primo vero modello quattro posti Lamborghini.

Modelli classici e iconici

Milano AutoClassica 2020 Stand-Porsche (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Lo stand Porsche (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Mazda, in anteprima nazionale la MX-5 100th Anniversary Special Edition. L’edizione celebrativa realizzata per il centenario del marchio, con carrozzeria in tinta bianco perla e dettagli di colore rosso; allestimento ad hoc e motore da 2.0 litri 4 cilindri SkyActiv da 184 CV.
Porsche Classic Partner Milano Est a fianco di  modelli classici come la Porsche 356 SC Coupé del 1964 ha portato la Taycan. Primo modello Porsche a trazione totalmente elettrica dotato di due motori, uno su ciascun asse, e di una batteria che assicura un’autonomia di percorrenza di oltre 400 km.

Pagani con alcuni dei suoi modelli più iconici, la Zonda Roadster S e la Huayra Roadster che taglia un nuovo traguardo nello studio sui materiali compositi. Si tratta della prima vettura Roadster in assoluto ad essere più leggera della propria variante coupé.
McLaren ha portato tre modelli esclusivi a partire dalla #Mclaren GT, vettura che unisce le prestazioni ed il dinamismo del DNA McLaren con il comfort per i lunghi viaggi.

Sinergia tra Milano Autoclassica e Retro Classisc di Stoccarda

Stand-Retro-Classics

Lo stand di Retro Classics (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Altra importante testimonianza, la partecipazione, per il terzo anno consecutivo, di RETRO CLASSICS® Stoccarda. Uno dei più rinomati eventi europei nel panorama internazionale d’auto d’epoca nonché la più grande fiera al mondo per quantità di espositori e superficie occupata.
Con la sua presenza ha rafforzato la sinergia tra le due manifestazioni. “Milano, capitale mondiale della moda e del design e metropoli proiettata in Europa, insieme al polo fieristico tra i più all’avanguardia, sono la location ideale per una fiera classica e siamo molto lieti di tornare anche e soprattutto quest’anno”. (Andreas Herrmann, CEO RETRO CLASSICS® Stoccarda)

Milano AutoClassica 2020 e i cento anni di Mazda

Mazda Cosmo (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Mazda Cosmo (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Numerosi gli anniversari celebrati: Mazda ha scelto per la prima volta Milano AutoClassica 2020 per festeggiare il centenario del suo marchio. Esposto il meglio della sua tradizione: Mazda Cosmo del 1964; Mazda RX-7 (FD); Mazda MX-3 e MX-5; oltre alla Mazda 323 GT, anteprima nazionale delle MX-5 100th Anniversary Special Edition, realizzata per il centenario.

Molto ammirata la Mazda Cosmo che debuttò come concept car al Salone di Tokyo del 1964. Un coupé dalla linea ispirata alla “corsa allo spazio” e che avrebbe inaugurato in pochi anni una fortunata serie di modelli a motore rotativo Wankel. Tra cui la Mazda RX-7 (FD), la sportiva a motore rotativo più venduta al mondo, prodotta tra il 1978 e il 2002.

I 110 anni di Alfa Romeo

Nash-Healey-Pininfarina (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

Nash Healey disegnata da Pininfarina (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

ACI Storico nell’ambito della collaborazione con il Registro Italiano Alfa Romeo ha celebrato i 110 anni di Alfa Romeo con due straordinarie vetture d’epoca: Alfa Romeo 6C 2500 Villa d’Este del 1949, e Alfa Romeo 6C 2500 Sport Cabriolet Pininfarina del 1947; mentre i 90 anni di Pininfarina sono stati protagonisti nello stand dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) con l’esposizione di 13 straordinarie automobili. Insieme passato, presente e futuro della prestigiosa carrozzeria tra cui la Ferrari 275 GTB del 1966, la Dino 246 GTS del 1969, la Sigma Grand Prix del 1969 e la H2 Speed del 2016.

Numerose anche le Case motociclistiche lombarde sempre allo stand ASI, come Aermacchi, Gilera, Sertum, Devil, Iso, Rumi, Bianchi, MV Agusta, Innocenti e e un focus particolare per la Moto Guzzi che nel 2021 compirà 100 anni.

Milano AutoClassica 2020: incontri e presentazioni

Arturo Merzario

Arturo Merzario (ph. Paolo Gamba © Mondointasca.it)

L’Area incontri ACI Storico ha offerto autorevoli testimonianze, presentazione di gare, raduni, libri, tributi, incontri sul futuro del motorismo classico e sportivo. Tante le celebrazioni: in particolare abbiamo assistito all’incontro L’Alfa Romeo e la Targa Florio che ha visto come relatore il mitico pilota Arturo Merzario.

Nell’area ospitalità dell’Automotoclub Storico Italiano (ASI) una nutrita rappresentanza dei tanti club federati della Lombardia hanno affiancato ASI rappresentando l’associazione sul territorio. Nell’arco dell’intero weekend si sono susseguite presentazioni e talk show a tema.

Giovani-che-fanno-formazione

Giovani che fanno formazione

Alberto Scuro presidente dell’ASI ha illustrato l’acquisizione da parte dell’associazione di 71 moto della collezione Morbidelli al fine di tutelare un importante patrimonio.
Infine ha ricordato il Corso di tecnico riparatore dei veicoli a motore Auto e moto d’epoca, un progetto che continua per creare una nuova generazione di appassionati ed esperti del restauro, futuri custodi del patrimonio dei veicoli storici.

Leggi anche:

Land Rover Defender 2020: il ritorno di un mito

Mobilità pulita: Nissan Intelligent Mobility

Automotive, ibride sostenibili: Ypsilon Hybrid EcoChic

© RIPRODUZIONE RISERVATA