Domenica 10 Dicembre 2023 - Anno XXI

Spigolando tra turismo e dintorni

Sapevate che… Vista la deficitaria stagione invernale (mancanza di neve) la Regione Piemonte ha inviato (TTG Newsletter, 17/1) una lettera a Rutelli?Forse meglio se inviava la lettera a Babbo Natale, probabilmente più esperto di neve e di viaggi appetto alle conoscenze del vicepresidente del Consiglio (sarà mai stato almeno al Terminillo?). Sapevate che… La richiesta di aiuti e sovvenzioni (per mancanza di neve) da parte del Turismo di Montagna potrebbe anche far meditare (e ricordare una famosa barzelletta)?Potrebbe far meditare perché viene in mente la solita vicenda all’italiana (sfruttata per decenni dalla Fiat mediante la Cassa Integrazione) del “privatizzare gli … Leggi tutto

Sapevate che… Vista la deficitaria stagione invernale (mancanza di neve) la Regione Piemonte ha inviato (TTG Newsletter, 17/1) una lettera a Rutelli?
Forse meglio se inviava la lettera a Babbo Natale, probabilmente più esperto di neve e di viaggi appetto alle conoscenze del vicepresidente del Consiglio (sarà mai stato almeno al Terminillo?).

Spigolando tra turismo e dintorni

Sapevate che… La richiesta di aiuti e sovvenzioni (per mancanza di neve) da parte del Turismo di Montagna potrebbe anche far meditare (e ricordare una famosa barzelletta)?
Potrebbe far meditare perché viene in mente la solita vicenda all’italiana (sfruttata per decenni dalla Fiat mediante la Cassa Integrazione) del “privatizzare gli utili e pubblicizzare le perdite”. Vicenda che si spiega con la “barzelletta dell’avvocato” (uno qualsiasi, non quello della Fiat con la A maiuscola) che segue.
Un avvocato esamina la causa con il cliente e commenta:
“Articolo 2.348, siamo a cavallo, articolo 3.433 lei è fottuto”. Al che il cliente chiede preoccupato: “Scusi avvocato, perché se la causa si mette bene la vinciamo in due, mentre se si mette male la perdo solo io?”.
Nel caso del Turismo di Montagna si potrebbe – ad esempio – chiedere ai gestori degli impianti di risalita  di Courmayeur (che per un Pass giornaliero cuccano 40 euro) se non sarebbe il caso di ricordare il vecchio detto milanese (“In del laurà gh’è el sò bèl e el sò brut” che, tradotto per quelli a sud del Po, vuol dire “nel lavoro si guadagna e si perde”).    

Sapevate che… Dal 26/1 Air Asturias non opera più?
‘Ste compagnie aeree sono invero un filino disinvolte (vedi la vicenda Air Madrid). Quanto a Air Asturias sembrava che dovesse spaccare il mondo, salvo dubbi di, ahiloro, antichi bazzicanti il Turismo (tra i quali lo scrivente) che non capivano come una non grande e poco abitata regione del nord Spagna potesse dare vita a un grosso e continuo traffico di trasvolatori. Simpatica la spiegazione dell’annullamento dei voli data dal Corriere della Sera: “per mancanza di passeggeri”.

Jean Cyril Spinetta
Jean Cyril Spinetta

Sapevate che… Romano Prodi (a proposito della cessione di Alitalia) ha detto: “Sì a Air France solo su proposta forte”?
Nessun dubbio, se intende dire che Air France (“forte” del fatto che più il tempo passa e più AZ va nel guano) si fa “forte” della regola che un’azienda sana non ha problemi per mangiarsi un’azienda alla canna del gas. E la boccata finale – di gas –  potrebbe già provenire dagli scioperi fatti temere in febbraio; la sola minaccia di uno stop invita chi vola ad andare con un’altra Compagnia.
Frattanto Spinetta (capo dell’Air France) gliel’ha “suonata” all’Alitalia dimettendosi dal Cda (ritrovandosi in tal modo con le mani libere per cuccarsi l’italica Compagnia). Quantomeno le dimissioni di Spinetta hanno prodotto un minivantaggio alla “sempreperdente” nostrana compagnia aerea: è stato infatti revocato lo sciopero del 19/1 e così, per non andare a lavorare steward e hostess avranno dovuto mettersi in malattia.

Sapevate che… Ventaglio è uscita dall’Astoi?
E perché? “Per un comportamento non etico e lesivo” precisa  il TTG Newsletter del 17/01) “da parte di un associato nei confronti del Gruppo Ventaglio”. Chi sarà mai stato il cattivaccio e che cosacce avrà mai perpetrato contro il Ventaglio? Gossip ha cercato di saperlo ma con ‘sta storia della privacy è ormai sempre più difficile divertirsi.

Sapevate che… Il 15 gennaio scorso il ministro spagnolo della Giustizia, Juan Fernando Lopez Aguilar, ha annullato una conferenza all’Università Islamica di Riad perché era stato vietato l’ingresso alle donne?
Sembra che – a motivazione del divieto – il rettore dell’Università Islamica abbia commentato in perfetto dialetto della Lomellina quanto decretato da un saggio del Duecento vissuto nella terra tra Po, Ticino e Sesia: “In dòni, ìn mìa gent” (traduzione letterale dall’arabo in italiano “Sono donne, non sono gente”).

Sapevate che… Sarebbe opportuno informare (della vicenda accaduta all’omologo spagnolo) il nostrano ministro della Giustizia, onde evitargli problemi.
Infatti, chi esclude che Mastella (se mai invitato in Arabia Saudita) decida di inserire l’on. Luxuria nella delegazione?

Sapevate che… Che durante l’impiccagione si è staccata la testa di Al Tikriti, fratellastro di Saddam Hussein e capo del Servizio Spionaggio?
Evidentemente cambiano i tempi. Una volta gli uomini perdevano la testa soltanto per le donne. Adesso che le cose stanno cambiando, vista la devozione di Sandro Bondi per Berlusconi si può sempre sperare di sentire il tiggì senza una vocina in falsetto lamentoso. La pena di morte è invero un castigo un filino pesante (tant’è che appena viene eseguita si interroga subito – a distanza di 250 anni – il Beccarla, che alla pena capitale era contrario ma non troppo) ma se può servire per evitare di sentire ogni giorno (per alcuni minuti in tutti i tiggì) i “portavoce” (contornati dai “portaborse”) dei 47 partiti rodenti il Belpaese, beh, … a estremi mali …

Sapevate che… Il Museo Getty di Los Angeles ha rifiutato di restituire all’Italia il “Lisippo” e la “Venere di Morgantina”?
E ha fatto benissimo. Vista la fine che fanno nel Belpaese (un esempio? l’indegno e sconcio stato di mantenimento e presentazione degli incredibili, meravigliosi mosaici romani di Piazza Armerina) meglio che le opere d’arte restino dove sono. Per fare del buon Turismo Incoming non bastano i Blablabla in tivù.

Condividi sui social: