Giovedì 29 Settembre 2022 - Anno XX
Il Dalai Lama cittadino di Venezia

Il Dalai Lama cittadino di Venezia

Il XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso Domani il Dalai Lama Tenzin Gyatso sarà a Venezia per partecipare a tre cerimonie in suo onore: una festa di benvenuto a Palazzo Sant’Angelo con il Comitato d’Onore, il conferimento della cittadinanza onoraria con il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, e il Presidente del […]

Il XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso
Il XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso

Domani il Dalai Lama Tenzin Gyatso sarà a Venezia per partecipare a tre cerimonie in suo onore: una festa di benvenuto a Palazzo Sant’Angelo con il Comitato d’Onore, il conferimento della cittadinanza onoraria con il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, e il Presidente del Consiglio, Renato Boraso, la consegna della bandiera ufficiale del Veneto da parte del presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Marino Finozzi.

 

La città che ha dato i natali a Marco Polo ha poi una testimonianza speciale da offrire alla massima autorità spirituale e temporale del Tibet, in esilio dal 1959: nella storica Biblioteca Marciana in Piazza San Marco sono infatti conservati il celebre mappamondo di Fra’ Mauro (del 1460) e il testamento di Marco Polo. Il viaggiatore veneziano, già nella seconda metà del XIII secolo, testimonia nel “Milione” l’esistenza del “Tebet” come Stato autonomo, con lingua, moneta e tradizioni sue proprie. E’ il senso del passo che sarà illustrato a Sua Santità da Michele Bortoluzzi, del Comitato d’Onore.

E anche il mappamondo di Fra’ Mauro (del 1460) – un dipinto a colori e oro su pergamena, incollato su legno – che sarà presentato al Dalai Lama dalla direttrice della Biblioteca Marciana, Maria Letizia Sebastiani raffigura il “Tebet” come nazione dell’epoca.

 

(09/02/09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA