Mercoledì 5 Ottobre 2022 - Anno XX
Il Leone Mihajlovic e la pecora Galliani

Il Leone Mihajlovic e la pecora Galliani

L’allenatore del Milan risponde alle voci che lo vogliono fuori con la frase: “Leone non perde sonno per opinione di una pecora”. A Taranto un giudice ha rinviato una causa al 2019. Vacanze invernali dei politici sulle Alpi: Renzi (in braghe di tela) e Santanchè (con colbacco)

Mihajlovic-calmaInterrogato dalla stampa sull’eventualità di essere cacciato (dal posto di allenatore del Milan) Mihajlovic ha commentato: “Leone non perde sonno per opinione di una pecora”.
Al che, il Berlusca (non solo presidente ma pure padrone del Milan), su suggerimento del Capo del Milan Calcio, Galliani (noto storiografo, al corrente di quanto scrivevasi sui muri durante la Grande Guerra) ha risposto al suo sentenziante allenatore slavo: “Meglio vivere cent’anni da pecora (con Dudù alla guida del gregge) che un giorno da leone”.

A Taranto un giudice (motivando “Troppo stress, la schiavitù è vietata”, – robb de matt, ndr) ha rinviato una causa al 2019 …
Da cui si evince che: 1) E’ una gran balla il proverbio “Chi ha tempo non aspetti temo…”; 2) Non è mai troppo tardi (il 2016 è già cominciato: che culo le due parti in causa); 3) Non è azzardato ritenere che i “vaffanculo” delle due parti in causa possano essere risultati numerosi (massime di chi – come sempre accade – ritiene di “aver ragione” e quindi deve aspettare 3 anni 3, più qualche mese, e se gli va bene).

virginia-raffaele

Virginia Raffaele

Mondointasca Spigolature non può, doverosamente, non fornire, beninteso raramente, notizie di estrema importanza però potenzialmente turbanti l’adorato lettore (si prega pertanto di prepararsi a quanto viene comunicato e alla risposta richiesta tra parentesi).
“Lo dice” il Corriere: “Al Festival di San Scemo arriva Virginia Raffaele, la comica che fa arrabbiare tutti”. (Domanda di Mondointasca Spigolature: Ma c’è ancora il Festival di San Remo?).

Vacanze invernali alpine (info del Corriere 5/1) per Renzi (in braghe di tela) e della Santanchè (con colbacco).
Il “tovarich” Renzi era appena sceso dalla (ben riscaldata) Ferrari (prestatagli per aver presenziato all’esordio in Borsa), la Santanchè indossava un proletario colbacco da “mugik” per essere ‘alla moda’ dopo la presa definitiva del potere da parte dei “tovarich”.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA