Giovedì 18 Agosto 2022 - Anno XX
Dai Sassi alla Murgia materana sulla passerella sospesa

Dai Sassi alla Murgia materana sulla passerella sospesa

Apre domenica 13 marzo la passerella sospesa che collega i Sassi di Matera con la Murgia Timone. Con il nuovo percorso, gli escursionisti potranno intraprendere i sentieri 406 e 408, chiusi al pubblico fino a questo momento

passerella sospesa sui Sassi di MateraUn ponte pedonale, una passerella sospesa che collega i Sassi a Murgia Timone. Sarà inaugurata ufficialmente domenica 13 marzo l’opera realizzata dall’Ente Parco grazie ai finanziamenti Psr e Fesr della Regione Basilicata e che rientra nel progetto “Emozioni rupestri: a passeggio sulle murge”. L’obiettivo del Parco è quello di creare una rete sentieristica che permetta una migliore e più corretta fruizione del territorio. La realizzazione di una passerella pedonale sospesa permette il collegamento tra i Sassi ed il Parco nell’ottica del riconoscimento di Patrimonio Universale dell’Umanità, ottenuto nel 1993 e che, successivamente, ha consentito ai Sassi e alla città di Matera,  di ricevere l’apprezzato e ambito riconoscimento di Capitale europea della cultura 2019.

passerella sui sassiSi aprono, dunque, alla fruizione degli escursionisti, i sentieri 406 e 408 che collegano gli antichi rioni al Parco delle Chiese Rupestri e della Murgia Materana. L’infrastruttura si compone di una passerella di un metro di larghezza in legno, sospesa a 9 metri dal torrente Gravina, con balaustre in corda e cavi in acciaio che mantengano la stessa in sicurezza e che permettano un ancoraggio stabile alle pareti rocciose della gravina. L’itinerario di andata e ritorno, partirà da Porta Pistola e, attraverso la passerella sospesa ( sentiero 406), giungerà fino al Belvedere di Murgia Timone, per poi proseguire, lungo il sentiero 408, fino alla Madonna della Croce. Tappa finale dell’escursione sarà il Centro Visite del Parco di Santa e Lucia ed Agata alla Civita .

Appuntamento alle 9.45 del 13 marzo nel Centro Visite del Parco di Santa Lucia ed Agata. Obbligatorio un abbigliamento idoneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA