Venerdì 9 Dicembre 2022 - Anno XX
Autunno dai colori dorati in Polonia

Autunno dai colori dorati in Polonia

Autunno dorato in Polonia

Ottobre e novembre sono mesi perfetti per un viaggio in Polonia, alla scoperta di città d’arte, di sapori eccellenti e di paesaggi sorprendenti. I colori dell’autunno si scoprono godendosi il paesaggio a piedi, in bici, a cavallo. Turismo di esperienza e sapori sulle strade del vino.

Polonia autunno dorato foliageLa Polonia è considerata una destinazione giovane, moderna e dinamica. Sono oltre 600 mila gli italiani che annualmente la visitano per la bellezza naturalistica, il patrimonio storico-culturale e l’offerta gastronomica.

Un viaggio nell’autunno dorato polacco è in grado di accontentare un po’ tutti i gusti. La ricca storia del Paese resta oggi visibile nelle tracce lasciate nell’architettura, nella musica, nel cibo.

Autunno dorato: la stagione del foliage

Abbraccio avvolgente della natura

Abbraccio avvolgente della natura

La Polonia è una terra animata da una natura sorprendente che in questo periodo si presenta con i mille colori dell’autunno. Ottobre e novembre sono mesi ideali per ammirare la magia di parchi, boschi e foreste e riempirsi gli occhi di uno spettacolo superbo e meraviglioso. In Polonia lo chiamano “złota polska jesień” (cioè autunno d’oro polacco). È un periodo animato da giochi di colori, paesaggi meravigliosi, sensazioni straordinarie e spettacoli naturalistici suggestivi. In questo periodo la natura con il foliage crea la sua opera d’arte.

Per chi voglia godere questo spettacolo può programmare una fuga autunnale, anche di solo pochi giorni. Questo paese, da nord a sud regala atmosfere da favola durante il periodo del foliage. Andiamo a scoprire alcune di queste opere d’arte naturali la cui bellezza lascia senza fiato.

Monti Bieszczady: montagne “wild” della Polonia

Parco del cielo stellato

Il Parco dove ammirare il cielo stellato

I Monti Bieszczady sono le montagne più selvagge della Polonia. Alture dalle forme dolci, piccole radure, boschi di faggi che si arrampicano fin sui crinali. Si passa vicino a solitarie chiesette ortodosse e ampi prati d’alta montagna chiamati poloniny. I più grandi sono il Carynska e il Wetlinska, dove crescono rare specie di piante proprie dei Carpazi orientali. Questi luoghi attraggono numerosi escursionisti e amanti della natura.

La zona è dominata da fitte foreste e praterie ed è scarsamente popolata. In autunno regala le meravigliose sfumature del foliage in un contesto di silenzio e pace. Visitare questa terra in sella a un “hucul”: cavallo della razza equina più antica presente in Polonia, è un’esperienza unica. Altrettanto affascinante è il Parco del Cielo Stellato “Bieszczady”, uno dei posti migliori in Europa per osservare il cielo stellato. Il parco fa parte della Riserva Internazionale della Biosfera dei Carpazi Orientali.

Roztocze: la terra del tarpan

Polonia Roztocze

Roztocze

Altra località da visitare è la zona di Roztocze che si estende tra la Regione Podkarpackie e la Regione Lubelskie, nella Polonia sud-orientale, a due ore da Lublin e Rzeszow. Qui il tempo sembra rallentare. Il modo migliore per viverla è assaporarla con tutti i sensi: ascoltare gli uccelli nel bosco; ammirare la miriade di colori sulle valli al tramonto; annusare gli odori dei faggi e abeti; bere le ottime acque minerali e mangiare i prodotti locali, rigorosamente ecologici e di stagione.

Autunno dorato Polonia escursione a cavallo

Autunno dorato Polonia escursione a cavallo

Il Parco Nazionale Roztoczanski con le sue dolci colline e i fitti boschi sono un posto ideale per chi desidera praticare turismo attivo: trekking, bici, equitazione, kayak sui fiumi Wieprz e Tanew. Sono anche presenti diversi vegetali di pianura e di montagna, tra cui varie specie di orchidee, circa 190 tipologie di volatili, alcuni rettili e anfibi. Inoltre è l’habitat naturale dei cavalli tarpan, considerati il simbolo del parco.

Autunno dorato: tranquillità e natura selvaggia

autunno dorato Monti Beschidi

Monti Beschidi

Nel sud della Polonia troviamo i Monti Beschidi con i suoi paesaggi. Catena montuosa dei Carpazi Occidentali con dolci propaggini che sono sinonimo di tranquillità e natura selvaggia. Un luogo un po’ fuori dal tempo, ma ideale per chi cerca una destinazione lontana dalle rotte comuni. Qui la natura mostra un’incredibile varietà di flora e di fauna. In autunno regala bellissimi scenari di boschi di latifoglie e faggeti che assumono un’eccezionale colorazione verde-giallo-rossa e distese montuose giallo-brune. L’autunno è anche il periodo dell’accoppiamento degli animali ed è quindi un’occasione unica per osservare alcune specie nel loro habitat naturale.

Autunno dorato: le strade del vino

Autunno Polonia Strada del vino

Vigneti

La stagione appena iniziata è anche il periodo della vendemmia e quindi un’ottima occasione per visitare i vigneti polacchi. Secondo una leggenda Bacco è morto per mano dei titani e il suo sangue ha bagnato il Mediterraneo, l’Italia, la Francia e le zone del Reno e della Mosella. Qualche goccia di sangue però è caduta anche nella Polonia occidentale e così sono cresciuti dei rigogliosi vigneti. Anche se ancora pochi associano la Polonia alla viticoltura, la produzione vinicola è in continuo fermento ed è tra le più settentrionali d’Europa.

La Regione Lubuskie è la terra del vino per eccellenza in Polonia. Esistono altre zone vocate alla produzione del vino che sono: Pomerania Occidentale, Bassa Slesia, Regione Santacroce, Regione Podlaskie, con capoluogo Lublino, e la Precarpazia. Anche nella Regione Malopolska la tradizione vinicola è in forte sviluppo.

La Malopolska e il percorso Enotarnowskie

formaggio e patateRisalente al periodo rinascimentale, oggi si contano circa 60 vigneti inseriti nella Strada del vino della Malopolska, nell’area di Tarnów. Grazie alle condizioni climatiche favorevoli e ai terreni adatti alla coltivazione della vite. Nelle cantine del percorso enogastronomico Enotarnowskie (un progetto enoturistico della città di Tarnów) i turisti possono assaggiare non solo i vini locali dai sapori particolari ma vivere una vera esperienza con tutti i sensi. Si possono degustare il miele direttamente dall’apiario, il formaggio o i salumi dei contadini locali, a stretto contatto col verde delle vigne. Una piacevole esperienza da fare.

Info: www.polonia.travel/it

Leggi anche:

Trekking e cicloturismo nel Piemonte più autentico

Bormio e dintorni nei colori dell’autunno

Expo city Dubai la città del futuro è nel deserto

© RIPRODUZIONE RISERVATA