Martedì 22 Ottobre 2019 - Anno XVII
Tasmania, Cradle Mountain

Tasmania, Cradle Mountain

Alla scoperta dell’isola della Tasmania

Spiagge da cartolina, montagne e foreste. L’isola della Tasmania non prevede la noia. I visitatori amanti dell’architettura potranno ammirare edifici storici di epoca georgiana e vittoriana. Gli sportivi fare trekking e pagaiare in Kayak sui laghi

L’isola della Tasmania si trova a sud della costa meridionale dell’Australia da cui dista ben 240 chilometri. L’isola presenta paesaggi meravigliosi e diversificati: montagne, foreste, campi e spiagge da sogno. Annoiarsi in Tasmania è praticamente impossibile. Vediamo quindi tutto ciò che riserva questa splendida isola ai suoi visitatori.

Le tappe consigliate per un viaggio in Tasmania

Panoramica su Hobart

La prima tappa obbligatoria è Hobart, la capitale insulare della Tasmania e seconda città più antica di tutta l’Australia, visitabile tranquillamente a piedi. Hobart si trova sulla foce del fiume Derwent e deve il suo nome a Lord Hobart (segretario di stato inglese per la guerra e le colonie). Qui gli appassionati di architettura potranno visitare edifici storici di epoca georgiana e vittoriana, molto ben conservati, e passeggiare in Salamanca Place, fulcro della città. I più avventurosi potranno esplorare il Mount Wellington, che con i suoi 1270 metri d’altezza sul mare offre tante attività dal trekking al kayak.

Tasmania-nelson-falls

Nelson Falls

Chi ama i paesaggi montani dovrà visitare necessariamente anche il bellissimo parco naturale di Cradle Mountain-Lake St Clair. Dalla cima della Cradle Mountain, inoltre, è possibile ammirare il lago Dove. Chi invece preferisce le spiagge da cartolina non può non fare tappa a Binalong Bay e Wineglass Bay, tra le spiagge più belle in assoluto della Tasmania e del mondo. La sorpresa di queste spiagge è che si possono avvistare balene e delfini che nuotano in nelle splendide acque. Inoltre si incontrano i famosi canguri.
Da non perdere anche Hazard Beach, con i suoi colori che disegnano un paesaggio quasi surreale. Le cascate sono un’altra attrazione che merita decisamente l’attenzione dei visitatori dell’isola. Per ammirarle in tutto il loro splendore è consigliabile andare alle Russell Falls, alle Horseshoe Falls e alle Lady Barron Falls, tutte piuttosto vicine tra loro, insieme alle spettacolari Nelson Falls.

Consigli utili per organizzare il viaggio

Tasmania-canguro

Canguro

Prima di organizzare il viaggio è bene fare attenzione alle stagioni invertite in fase di prenotazione. L’estate è il periodo che va da gennaio a marzo e l’inverno da giugno ad agosto. Inoltre, è consigliabile informarsi con largo anticipo riguardo al visto necessario e farne richiesta su portali appositi: sul sito auvisa.org ad esempio è possibile richiedere il visto per l’Australia ed effettuare il pagamento direttamente online.

È importante poi capire come raggiungere la Tasmania: per arrivare in questa splendida isola sarà necessario prenotare un volo da Sydney, Melbourne o Brisbane oppure un traghetto da Melbourne. Per esplorare l’isola, una volta arrivati, è consigliabile disporre di un mezzo proprio, in quanto i mezzi pubblici non coprono tutti i luoghi di interesse, soprattutto quelli più immersi nella natura.

Leggi anche:

Tasmania, anche gli alberi hanno un cuore

Bali: meravigliosa isola degli Dei

48 ore a Tokyo: full immersion fra antico e moderno

Loira: dove nasce un grande fiume

© RIPRODUZIONE RISERVATA