Domenica 26 Giugno 2022 - Anno XX
Eicma 2021, visitatori all'ingresso dei padiglioni di Rho Fiera Milano

Eicma 2021, visitatori all'ingresso dei padiglioni di Rho Fiera Milano

Sempre più elettrico nelle due ruote e nelle mini car

Si è da poco concluso nei padiglioni di Rho Fiera Milano EICMA 2021. Il più importante evento fieristico del settore delle 2 ruote a livello mondiale. La tendenza verso la mobilità elettrica dei costruttori di moto, bici e microcar.

EICMA 2021, l’Esposizione Internazionale delle due ruote ma non solo, è stata caratterizzata dalla presenza di novità connesse alla mobilità elettrica. I costruttori di moto, bici, microcar e altri piccoli mezzi di trasporto, si stanno infatti orientando sull’elettrificazione. In particolare si stanno cercando soluzioni per gli scooter e le moto da città che semplifichino l’utilizzo. Per esempio impiegando batterie estraibili che si possono ricaricare in casa, oppure in futuro sistemi di battery swap. Numerosa è stata anche la presenza delle microcar e quadricicli a batteria che possono ospitare anche due persone, adatti alla mobilità nelle grandi città.

Due ruote elettriche: le proposte dei costruttori

due ruote elettriche Piaggio 1 bicolor

Piaggio 1 bicolor

La Piaggio ha presentato Piaggio 1, scooter elettrico adatto ai contesti urbani, agile e leggero, ma solido per garantire la giusta sicurezza. Curati anche abitabilità e comfort con un equipaggiamento tecnologico completo che include strumentazione digitale a colori, fanaleria full Led e sistema keyless. Dispone anche di un vano sottosella capiente, che può contenere un casco. In due versioni, ciclomotore (1 kW di potenza e 45 km/h) e motociclo (2 kW), con il motore elettrico integrato nella ruota posteriore; la batteria è situata sotto la sella ed è estraibile per poterla portare a casa o in ufficio per la ricarica. L’autonomia varia da 55 km del ciclomotore a 85 km del motociclo dato che cambia la capacità di stoccaggio dell’energia delle batterie. Piaggio 1 sarà disponibile anche in una edizione speciale disegnata da Feng Chen Wang, una delle stiliste più sperimentali e innovative del panorama internazionale. Il Gruppo Piaggio produce anche la Vespa Elettrica RED, realizzata in partnership con l’organizzazione no profit fondata da Bono e Bobby Shriver, infatti per ogni acquisto ci sarà una donazione per supportare il Global Fund, nella lotta contro le pandemie.

Le due ruote elettriche di Cake

due ruote elettriche Kake-Osa

Kake Osa

Il costruttore svedese Cake ha portato una vasta gamma di moto elettriche Work destinate ad essere utilizzate nel mondo del lavoro, ciascuna allestita per impieghi specifici come una sorta di officina: trasporto legno, attrezzatura, cassette e perfino un piccolo rimorchio. Le linee essenziali di questi veicoli hanno comunque un loro fascino il che ha indotto Cake a proporre anche versioni passeggeri; due le versioni con motore centrale (Cake Osa), più potente, o con motore integrato alla ruota posteriore (Cake Makka). Tra le caratteristiche tecniche la possibilità di alimentare dispositivi esterni.

Le due ruote elettriche di Kymco

due ruote kimco-9

kimco 9

Kymco, da Taiwan, ha addirittura un brand elettrico Ionex con una gamma di sei modelli, tre ciclomotori e tre equivalenti a 125. Il top di gamma è il Super 9 uno scooter elettrico ad alte prestazioni, con 10Kw di potenza, 110 km/h di velocità massima e 140 km di autonomia. Il Super 9 è dotato di due batterie compatte rimuovibili e intercambiabili da 4,2 kWh. Gli altri modelli della gamma alta sono il Super 6 e il Super 7 con omologazione equivalente a 125cc. Entrambi con autonomie superiori a 100 km, con motore da 6,4 kW e il secondo da 7,2 kW sempre con doppia batteria estraibile. Invece gli altri tre modelli sono più compatti e leggeri e sono ideali per muoversi nelle città.

Le due ruote elettriche di Zero Motorcycles

Zero SR

ZeroSR

La californiana Zero Motorcycles ha presentato una evoluzione del modello Zero SR, la cui caratteristica principale è la batteria a capacità variabile. Infatti la batteria da 14,4 kWh consente l’upgrade successivo della capacità a 17,7 kWh e oltre 20 kWh nel prossimo futuro, con l’aggiunta del power Tank. In quest’ultima versione l’autonomia arriverà a 365 km nel ciclo urbano e oltre 180 km in autostrada.

Chiudiamo le due ruote elettriche con una chicca: il primo monopattino prodotto da MV Agusta che porta il nome di Rapido Serie Oro. Le forme ricordano le moto d’epoca, ha il telaio in lega di magnesio, le ruote “fat” tubeless e i freni a disco idraulici. Il motore da 48 V 500 W.

Dalle due alle quattro ruote elettriche: Silence e Eli

quattro ruote elettriche Silence-S04-nano-car

Silence S04 nano car

Parecchie le novità anche per i quadricicli che possono essere con omologazione in classe L6e guidabili da 14 anni se con velocità limitata a 45 km/h, o L7e dai 16 anni in su con velocità superiori. La spagnola Silence ha svelato il suo primo veicolo a quattro ruote, una delle novità più interessanti. Si tratta di un quadriciclo leggero, sigla S04 nome Nano Car, con batteria rimuovibile con trolley per il trasporto e la ricarica in casa. Ha due posti e un vano carico posteriore abbastanza capiente. Ha 149 km di autonomia e una velocità massima di 45 km/h, grazie a un motore da 6 kW, che diventa 90 km/h nella versione L7.

quattro ruote Eli Zero Plus

Eli Zero Plus

Prodotta in California dalla Eli Electric Vehicles e portata in Italia dalla bolognese Fabbrica italiana veicoli elettrici (Five), il modello Zero Plus spicca per classe, dotazioni e caratteristiche tecniche tanto da essere paragonata a una mini luxury car: servosterzo, sensori di parcheggio, tettuccio apribile, impianto stereo, display a colori da 7 pollici, aria condizionata, telecamera posteriore, fari a LED a doppio raggio, sedili in pelle vegana e avviamento Keyless. La velocità massima è 45 km/h, l’autonomia di 100 km.

Quattro ruote elettriche italiane Iso e Elettricars Motor

quattro ruote elettriche Iso Divo

Iso Divo

Con il marchio storico Iso, Ferruccio Lamborghini, nipote dell’omonimo fondatore della casa automobilistica, ha presentato Divo, nato come golf cart, ma con una versione omologata per circolare su strada. Progettata a Singapore ma con supervisione italiana, ha lo stile, le dotazioni e le prestazioni da veicolo L6e, con due posti e può trasportare fino a 500 kg. Motore elettrico da 4,5 kw, raggiunge la velocità massima di 40 km/h.

quattro ruote elettrica Monzetta

Monzetta

Monzetta è una minicar biposto 100% made in Italy, precisamente in Brianza. Un piccolo capolavoro di stile, soluzioni smart (vedi apertura del finestrino a disco) e creatività artigianale, progettata e realizzata dalla start up Elettricars Motor Company di Giussano.

La velocità massima è di 45 km/h, uno o due batterie ciascuna da 5 kWh per un’autonomia rispettivamente di 79 o 130 km, può ricaricarsi in 4 ore da una normale presa domestica o nelle colonnine AC.

Info: www.eicma.it/

Leggi anche:

IONIQ 5: Hyundai verso una mobilità pulita

Škoda Fabia: nuovo design e più tecnologia

Restomod porta a nuova vita le auto classiche

© RIPRODUZIONE RISERVATA